LaBellaSicilia.it

 ■ Pesce di Sicilia

pesce sicilia pesce siciliano pesce sicilia pesce sicilia pesce siciliano pesce sicilia pesce sicilia pesce siciliano pesce sicilia pesce sicilia pesce siciliano pesce sicilia

 

 

La Scelta del Pesce

 

Per i vostri piatti di 'mare' consigliamo l'acquisto di pesce fresco.
Come pesce fresco intendiamo quello che viene normalmente acquistato in pescheria o al mercato del pesce e che si presuppone sia stato pescato la notte prima, senza subire nessun procedimento di conservazione se non il mantenimento a temperatura controllata (-1-2 °C) per impedire l'avvio del naturale processo di deperimento. Il pesce al momento dell'acquisto deve essere scelto con cura: la buona riuscita delle pietanze di cui è ingrediente principale dipende totalmente dalla sua freschezza.
Il pesce fresco ha pelle lucente con riflessi metallo-iridescenti; più il tempo passa da quando è stato pescato più questa caratteristica si attenua, la pelle diventa opaca (il pesce può però essere considerato ancora fresco) e quindi assumere un aspetto viscido, con sfumature grigio-giallastre. Un attento esame vi permetterà comunque di non essere ingannati. II pesce fresco ha inoltre occhio vivace, limpido e convesso; dopo uno-due giorni dalla pesca queste caratteristiche iniziano a svanire. Evitate il pesce con occhio vitreo, infossato, arrossato e ricoperto da una patina biancastra.
Le branchie, infine, devono essere rosse; sono ammissibili tutte le gamme del rosso, dal rosa pallido al bordeaux; quando iniziano però a presentarsi rosso mattone il pesce è al limite della commestibilità e se sono marroni il pesce è da scartare.
La consistenza del pesce può variare da specie a specie e a se-
conda della taglia (più sono grossi più sono consistenti). Il pesce appena pescato ha comunque corpo rigido e leggermente arcuato. Con il passare delle ore la rigidità del pesce si attenua e se ne tocchiamo l'addome questo si presenterà più o meno elastico, diventando poi cedevole e infine flaccido.
I molluschi cefalopodi (con piedi attaccati alla testa) se freschi
hanno pelle lucente con colori netti e occhi neri e vividi. Con il passare del tempo la pelle diventerà opaca e grigio-giallastra; se invece vengono conservati in ghiaccio assumono da subito una colorazione bianca. 'Invecchiando' anche gli occhi divengono opachi.
L'odore inizialmente salmastro, già dopo poco non saprà più di
mare diventando sempre più sgradevole. Non sempre è però da
disprezzare un minimo di frollatura per i molluschi: li rende infatti più morbidi.
Tutti i molluschi in conchiglia devono invece essere acquistati freschissimi, preferibilmente vivi, e cucinati al più presto. Indice della loro freschezza sono le valve che devono apparire di colore intenso, lucide e ben serrate o serrarsi non appena stimolate. Soppesata nella mano la conchiglia deve essere pesante. I molluschi all'interno della conchiglia devono emanare un odore gradevole e salmastro, il corpo deve essere di colore vivido e ben aderente al guscio.
Le carni delicate e saporite dei crostacei sono da sempre ricercate dai buongustai, ma per non avere delusioni occorre acquistarli vivi o comunque appena morti, poiché si alterano molto velocemente. I colori del guscio devono essere nitidi e lucenti; man mano che passa il tempo l'umidità che lo caratterizza diventa una patina grigiastra. Meno fresco è il crostaceo, meno si presenta contratto il tono muscolare: se si solleva, gli arti e le antenne penzolano. L'occhio, da nero e limpido, diventa poi sempre più opaco e sbiadito; la carne bianco-rosata e soda diviene bianco-grigiastra, quindi giallastra e flaccida. Infine, lungo la coda dei crostacei è possibile distinguere l'intestino, un filamento che negli
esemplari freschi è verde e poco evidente mentre in quelli meno freschi diventa sempre più nitido e nero.
Scartate senza timore i crostacei che al momento dell'acquisto presentano un odore di ammoniaca, sintomo di scarsa freschezza.

 

La Pulizia del Pesce

Nella pulizia dei pesci tondi e dei pesci piatti inizialmente potremo avere un piccolo aiuto dal rivenditore che dietro nostra richiesta libererà il pesce dalle viscere.
Se decidete di eseguire personalmente la pulizia, oltre ad avere la possibilità di un ulteriore controllo della freschezza e della qualità del nostro ingrediente principale, potrete anche di volta in volta adeguarla al tipo di pietanza che desiderate preparare.
Eseguite le operazioni su fogli di giornale, eliminando quelli in superficie man mano che proseguite nelle fasi di pulizia del pesce, in modo da avere un piano di lavoro sempre pulito e una superficie ruvida e assorbente per non disperdere squame e umidità. Consigliamo anche di eseguire l'operazione proteggendo le mani con dei guanti di gomma.

ELIMINAZIONE DELLE PINNE:  con l'aiuto di un robusto paio di forbici il pesce va liberato di tutte le pinne recidendole alla base.

SQUAMATURA:  occorre appoggiare il pesce su un foglio di carta ruvida e, tenendolo per la coda, raschiare la pelle verso la testa con un coltellino tenuto obliquo, una conchiglia dentellata o l'apposito attrezzo squamapesce. Nel corso dell'operazione generalmente le squame volano da ogni parte; potrete ovviare all'inconveniente infilando il pesce in un sacchetto di cellophane. Questa operazione va effettuata soltanto per i pesci - quali pagello, carpa, cefalo - nei quali le squame si presentano grandi e cornee; in molti altri infatti esse sono piccole e formano un tutt'uno con la pelle.

EVISCERAZIONE: il pesce va poi svuotato dalle interiora. A seconda della preparazione e cottura cui lo sottoporremo sceglieremo se svuotare il pesce dal ventre o dalle branchie.
Nel primo caso occorre incidere con una lama affilata o con le forbici la pancia del pesce dalle branchie alla zona anale; dopo aver tolto le viscere (avendo cura di rimuovere qualsiasi traccia di sangue) sciacquare il pesce sotto acqua fredda e asciugarlo con cura.
Se il pesce deve essere cotto intero vi consigliamo di non togliere al pesce la testa, a meno che la ricetta non lo richieda. Non solo infatti essa contribuisce a insaporire la pietanza durante la cottura, ma permetterà (in preparazioni arrosto, in umido, grigliate ecc.) una miglior presentazione della portata.
Per svuotarlo dalle branchie, dovrete infilare l'indice nell'apertura branchiale ed estrarre branchie e viscere; sciacquare poi con cura verificando che non siano rimasti residui. 

SPELLATURA: la pelle del pesce non è particolarmente appetibile e infatti generalmente essa viene tolta a fine cottura (fanno eccezione i pescetti piccoli, ad esempio marinati o fritti). Alcuni pesci richiedono però di essere spellati prima della cottura, o perché ci necessitano a filetti o perché la loro pelle è particolarmente grossa e comprometterebbe il gusto della ricetta.
Alcuni pesci (razza, coda di rospo, palombo) vengono venduti già spellati; per altri (sogliola, anguilla) si dovrà provvedere personalmente all'operazione.

pesce sicilia pesce siciliano pesce sicilia pesce sicilia pesce siciliano pesce sicilia pesce sicilia pesce siciliano pesce sicilia pesce sicilia pesce siciliano pesce sicilia

Google

 

  Partners

Calendario

  Partners
 
 
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

-

> Torna all'inizio

e-Shop

Parcheggio Eolie

Contatti

Case Vacanza

Seguici su:

 

 

Copyright © 2006 - 2014 -  LaBellaSicilia.it e soggetta all'attività di direzione e coordinamento di 2G

Progettazione, realizzazione, search engine marketing, visibilità motori di ricerca: 2G

 

Ogni azienda che offre servizi tramite LaBellaSicilia.it  è un'impresa giuridicamente e matrimonialmente autonoma,

e quindi la catena di appartenenza non è responsabile di eventuali illeciti compiuti all'interno dei suoi punti vendita.

Questo Portale Web in questo momento offre solo servizio di informazione turistica - enogastronomica.

 

Le foto riprodotte in questo sito web provengono in prevalenza da internet e sono pertanto ritenute di dominio pubblico.

Gli autori delle immagini o i soggetti coinvolti posso in ogni momento chiedere la rimozione,

scrivendo a uno degli indirizzi di posta elettronica.

 

Link: Bed and Breakfast a Milazzo, Bed & Breakfast e Casa Vacanza a Milazzo, Case e Appartamenti Vacanze a Milazzo

 

tag: case vacanze isole eolie, offerte appartamenti mare sicilia hotel isole eolie, case vacanza milazzo isole eolie, case vacanza milazzo, case vacanza mare milazzo, Bed and Breakfast Milazzo,  Bed and Breakfast Milazzo mare, vendita online prodotti tipici siciliani, prodotti tipici siciliani vendita online, pistacchio di bronte vendita online, salame suino nero dei nebrodi vendita online, creme siciliane vendita online, conserve siciliane vendita online prenotazione offerta low cost case vacanze sicilia mare